GLI AUTORI ITALIANI

Diego Brasioli
Il caffè di Tamer

84 pag., Euro 9,90 - Edizioni Mursia (Graffiti)
ISBN 88-425-3024-7

Le prime righe

Prologo

Dori Goldman: un uomo normale, dalla storia normale, tale da non offrire spunti degni di nota, se non per i suoi immediati congiunti, i suoi conoscenti.
Eppure, egli ha vissuto in una situazione che normale certo non è. Ed ecco che allora gli è spettato il dubbio (e, date le circostanze, triste) privilegio di vedersi consacrato da un paio di articoli di stampa, una fuggevole notizia nel telegiornale della sera, un breve momento, senza neanche una foto, di celebrità postuma.
La straordinarietà della situazione ha finito per fare di Dori un uomo fuori dell'ordinario, e di essa dovremmo scrivere, invece che di lui. Come altri han fatto con articoli, saggi, volumi, inchieste, reportage, convegni, è di tutta la situazione che dovremmo denunciare l'assurdità, non di Dori.
Dori Goldman, geometra, titolare di una piccola impresa edile (due impiegati fissi, più i manovali reclutati alla giornata, ma negli ultimi tempi lavoro ce n'era poco), sposato, una figlia. Non gli si conoscevano particolari passioni, e aveva abitudini abbastanza banali: le quotidiane passeggiate, preferibilmente nel tardo pomeriggio (serve a tenersi in forma), un bicchiere la sera prima di cena, la puntata settimanale al Lotto, sempre sfortunata, e le quattro chiacchiere con gli amici, tutta gente normale come lui.

© 2002 Gruppo Ugo Mursia Editore


L'autore

Diego Brasioli è nato a Roma nel 1961. Diplomatico di carriera, attualmente vive a Beirut dove è in servizio presso l'Ambasciata d'Italia.


2 agosto 2002