PER SORRIDERE

Nicoletta Bresciani
Manuale pratico della donna padana

"Non di un talamo bollente gioirà la giovane sposa, ma del progressivo gonfiarsi del conto corrente; godrà per le rilevanti dimensioni del patrimonio, apprezzerà un rapido innalzamento del benessere. E, credetemi, non è poco."

Quali sono le doti di un buon marito padano? Quali insegnamenti deve dare una saggia madre del nord alla sua figlioletta in età da marito? Proprio con le risposte a queste domande apre il suo libro Nicoletta Bresciani, offrendo ai lettori un esilarante ritratto del perfetto principe azzurro padano a cui ogni fanciulla di buon senso dovrebbe aspirare: capelli preferibilmente a spazzola (sono accettati anche quelli tinti di biondo perché indicano una sana aspirazione al tipo nordico), occhiaie che segnalino la dedizione al lavoro; non sono apprezzate le rughe tra gli occhi perché sintomo di pensosità, richieste invece guance colorite, denti sani (informarsi sulle otturazioni), spalle forti "in grado di trasportare qualunque carico", mani grosse e ruvide, gambe arcuate (retaggio "dei biondi cavalieri" che battevano un tempo la terra del nord). Viene anche fornita dall'autrice una scheda su cui segnare i caratteri fisici del predestinato. Ma il corpo non è tutto di certo! Si passa così all'anima: fare attenzione ad ogni sintomo di romanticismo o a un eloquio fluido, fuggire terrorizzate dall'originalità o dalla creatività. Dopo un salutare sfogo ideologico e qualche altra briciola di "saggezza", viene dettato un nuovo Decalogo, ad uso esclusivo della donna del nord e vengono definiti i canoni del buon gusto padano. La coppia che si sarà formata, ligia agli insegnamenti impartiti, avrà ottime possibilità di riuscita: il conto in banca sarà florido, il risparmio garantito, la discendenza ubbidiente.
Dopo aver letto il libro, una normale donna, casualmente nata nel nord Italia incomincia ad avere crisi d'identità e a cercare di farsi venire un forte accento meridionale: e proprio questo era lo scopo della simpatica autrice.

Manuale pratico della donna padana di Nicoletta Bresciana
118 pag., Euro 8.26 - Edizioni Stampa Alternativa
ISBN 88-7226-564-9

Le prime righe

Esortazione

Donne del nord!
Questa è un'epoca di grandi cambiamenti.
La nostra pianura operosa, fremente dell'attività incessante dei suoi figli, si sta svegliando al richiamo imperioso dell'arpa celtica. Svetti ovunque la nostra bella bandiera! E noi, non siamo più schiacciati dal giogo dell'oppressore, saremo uomini e donne nuovi.

Donne nuove, donne del nord!
Di fronte a voi come druida mi pongo, guida e amica, con suggerimenti e osservazioni che aiutino la riflessione. A noi donne e madri sono affidati dal Fato gravosi doveri: seguire i nostri uomini sulla via che stanno aprendo nel sudore e nella lotta, dare alla nobile Patria figli e farne dei prodi pronti allo scontro e degni della vittoria.
Noi, attraverso loro, daremo nuova linfa al grato Suolo e faremo ripartire la sua Storia là dove era stata interrotta col ferro e nel sangue, nel grido di rabbia e dolore del Celta morente.
Avrei voluto adoperare soltanto la nostra lingua, la lingua del popolo del Nord, ma sono stata invece costretta a citare solo alcune note espressioni, patrimonio della saggezza popolare.

© 2002 Stampa Alternativa


L'autore

Nicoletta Bresciani è nata nel 1962 a Dalmine (Bg) e fa l'insegnante. È alla sua prima esperienza editoriale.


Di Grazia Casagrande
e Giulia Mozzato


15 marzo 2002