RELIGIONE


Il libro sacro
Letture e interpretazioni ebraiche, cristiane e musulmane

"Credo che oggi ci sia molto bisogno di dibattere i grandi problemi legati alla storia delle religioni e alla vita religiosa. All'alba del terzo millennio si stanno infatti moltiplicando le guerre civili e i conflitti condotti, come nel Medioevo, in nome di credenze religiose."

(Mohammed Arkoun)



Tra il settembre 2000 e il gennaio 2001 si sono svolti a Milano nove incontri sulle religioni abramitiche con lo scopo di "favorire il dialogo tra le diverse culture che vivono nella nostra società". L'iniziativa è stata sponsorizzata dalla Banca Popolare di Milano e curata della Biblioteca Ambrosiana e dal Centro ambrosiano di documentazione per le religioni della Diocesi di Milano. Ogni partecipante ha scelto un versetto, un capitolo, un commento, un racconto, una o più parabole del proprio Libro sacro per costruire partendo da questi testi un percorso di apertura al dialogo e alla partecipazione.
Questo volumetto riprende quegli interventi, rielaborati e integrati dove necessario. Impossibile indicare tutti i temi trattati. Ricordiamo autori e titoli degli interventi: Carlo Maria Martini Profonda consonanza di radici; Bereshît... En archè Genesi 1-3: il canto della creazione e della redenzione di Gianfranco Ravasi; Un approccio antropologico: violenza, sacro e verità di Mohammed Arkoun; Il Dio e il popolo che scaturiscono dalla Scritture di Haim H. Baharier; Introduzione al Midrash di René Samuel Sirat; Il tempo della fine, il presente e l'escaton nella teologia di Paolo di Dalvatore Natoli; I Dieci Comandamenti e la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo di André Chouraqui; Venite, tutto è pronto di Gina Lagorio; Il Corano, l'Islam e la donna di Raoudha Guemara; Abramo e la fede prima dei Libri di Roberta De Monticelli; Il mistero della Parola scritta di Jorge cardinal Merjia; Abramo nel cuore della Scrittura di Jean Halpérin; Rivelazione e intelligenza umana di Tariq Ramadan.

Il libro sacro. Letture e interpretazioni ebraiche, cristiane e musulmane.
XXIII, 259 pag., 11.90 Euro - Edizioni Bruno Mondadori (Testi e pretesti)
ISBN 88-424-9386-4

Le prime righe

La prova dello straniero

La rapidità con la quale la società italiana si sta trasformando sempre più in senso multietnico e multiculturale interpella la nostra sensibilità sia come singole persone sia come comunità. Nella città di Ambrogio la seconda comunità religiosa è quella musulmana. Una presenza visibile: anche nelle scuole e nelle aziende, con richieste che comportano una differenziazione dell'offerta alimentare o delle pause sul lavoro per assolvere alle prescrizioni religiose. E anche la comunità ebraica, da sempre presente a Milano con le sue scuole, la casa di riposo, i centri culturali, ha acquisito un peso diverso. Oggi si comincia a incrociare per le strade anche gli hassidim, con i classici vestiti neri e i lunghi riccioli, che prima si notavano solo a New York o a Londra. Per non parlare della crescita dei circoli di lettura della Torah - spesso in case private - aperti anche ai non ebrei. Una situazione affatto nuova.
Per affrontare il discorso dell'ospite, dello straniero come ospite, un punto d'avvio poteva essere quello della dimensione religiosa intesa, in particolare, come orizzonte culturale e matrice di valori che informano il modo di percepire gli altri e di stare con gli altri: di fare società. Lo straniero, ci viene spesso ricordato, è "portatore di oggettività": ci insegna che, oltre al nostro, esistono altri punti di vista.
Alla Banca Popolare di Milano si deve - tra il settembre 2000 e il gennaio 2001 - l'iniziativa di nove incontri sulle religioni abramitiche con lo scopo di favorire il dialogo tra le diverse culture che vivono nella nostra società e conferiscono la loro impronta alla città che abitiamo.

© 2002 Paravia Bruno Mondadori Editore




Di Grazia Casagrande
e Giulia Mozzato


15 marzo 2002