FUMETTI

Lorenzo Mattotti, Jerry Kramsky
Jekyll & Hyde

"Che io sia maledetto... lasciate che me ne vada per il mio oscuro cammino. Ho attirato su di me una punizione e un pericolo che non oso dire. Le circostanze dell'atroce situazione in cui mi trovo mostrano che la fine è sicura. Il mio nome è Henry Jekyll..."

Non solo una rilettura del capolavoro di Stevenson, ma una vera e propria riscrittura dei testi, impresa "coraggiosa" su un romanzo così diffuso e universalmente conosciuto, ma alla fine il lavoro sull'immagine di Mattotti si è perfettamente fuso con quello sui testi fatto da Kramsky. In questa versione a fumetti, la storia si apre sulla figura di Hyde, sul lato oscuro e feroce della personalità umana e solo dopo molte pagine e molti drammatici eventi conosciamo il vero volto di Jekyll. Al centro della vicenda, il dramma della doppia identità e l'impossibilità di tenere a freno il male, che tende sempre a prendere il sopravvento. Ma il fascino di questo racconto breve sta anche nel colore e nei tratti di disegni "forti" ed efficaci, che ripercorrono con originalità una strada già tracciata da altre versioni illustrate della storia.

Jekyll & Hyde di Lorenzo Mattotti e Jerry Kramsky
Liberamente tratto dall'opera di Robert Louis Stevenson
64 pag., ill., Euro 15,00 - Edizioni Einaudi (Stile libero)
ISBN 88-06-16007-9

Una striscia



© 2002 Giulio Einaudi editore


L'autore

Lorenzo Mattotti è nato nel 1954. Collabora da anni con il New Yorker e con Le Monde. Nel mondo del fumetto (nel quale ha esordito insieme al gruppo Valvoline, che ha contribuito a fondare) possiamo citare il celebre Fuochi del 1984. Da ricordare anche le sue illustrazioni per Pinocchio e il romanzo per immagini scritto con Lilia Ambrosi dal titolo L'uomo alla finestra. Nel 1999 ha pubblicato Stigmate con Claudio Piersanti.

Jerry Kramsky progetta e sceneggia storie in collaborazione con Mattotti e con lui ha pubblicato, tra l'altro, La Zona Fatua, Labirinti, Linea Fragile.


Di Grazia Casagrande
e Giulia Mozzato


15 febbraio 2002