AMORE

Christine Balint
Lettere salate

"Il sentimento che pensavo fosse amore mi estenuava. Mi faceva formicolare le braccia, mi piegava le gambe. Scolpiva un sorriso dolce sul mio viso. Mi teneva sveglia la notte. Stavo sempre bene con Richard perché nei miei pensieri non eravamo mai divisi. Dovunque andassi nel sonno lui era con me. Scalavamo montagne mano nella mano."

Un lungo viaggio per mare e la storia di una ragazza di sedici anni fuggita da casa. A scrivere questa vicenda, che attraversa il genere d'avventura per approdare al romanzo d'amore, è una scrittrice di ventitré anni che sa descrivere i sentimenti e le emozioni della protagonista e la sua complessa personalità con rara spontaneità e naturalezza, così come il tema dell'emigrazione in Australia e del lungo viaggio che lo precede, è trattato con competenza e informazione, ma senza cadere mai nel didascalico o nel cronachistico. Infatti ciò che rimane nel lettore, a lettura appena conclusa, è la dolcezza della storia d'amore che viene gradualmente ad occupare un posto sempre più importante nella narrazione e solo successivamente viene recuperata la "parte storica" del racconto. Nel romanzo sono molte le figure di compagni di viaggio (le più intense sono quelle femminili) che vengono descritte e intorno a ognuna ruota un piccolo universo di dolore e di sogni, che la Balint sa ben indagare senza mai, però, perdere di vista la linea conduttrice dell'opera.

Lettere salate di Christine Balint
Titolo originale: The Salt Letters
Traduzione di Claudia Tarolo
Pag. 206, Euro 12.90 - Marcos y Marcos (Gli Alianti n. 89)
ISBN 88-7168-285-8

Le prime righe

Oltrepassi le porte dello scalo di Birkenhead con il baule, e l'oceano si distende davanti a te. Il suono dei singhiozzi è soffocato dalle urla dei gabbiani. Come vedi il mare, non ti volti più indietro. Da Birkenhead, l'acqua appare d'un grigio denso. Non distingui altri colori fino all'orizzonte, dove cielo e mare si confondono. C'è sempre vento. Persino in agosto stringi il mantello attorno alla vita.
Un ufficiale ti aiuta a salire sulla scialuppa, tendi le braccia intorpidite. Eviti lo sguardo delle altre donne. Sedete così vicine che senti i loro petti espandersi per respirare. Gli ufficiali scherzano cominciando a remare. Spruzzi gelati ti colpiscono il viso.
Sali sul veliero che ondeggia violentemente. Gli alberi nudi si allungano verso il cielo e spariscono nel grigio. L'odore di vernice fresca si mescola con il sale. Avverti i primi scricchiolii.
Mentre osservi la costa di Portsmouth per l'ultima volta, mani decise ti afferrano il braccio, ti guidano alle scale che conducono giù, sotto il livello dell'acqua.

© 2002 Marcos y Marcos


L'autore

Christine Balint ha ventitré anni e questo è il suo primo romanzo. Insegna scrittura creativa all'università di Melbourne.


Di Grazia Casagrande
e Giulia Mozzato


8 febbraio 2002