Hannah Arendt, Martin Heidegger
Lettere 1925-1975
E altre testimonianze

Pubblicato dai lasciti a cura di Ursula Ludz
Edizione italiana a cura di Massimo Bonola
315 pag., ill., Lit. 42.000 - Edizioni di Comunità (Biblioteca di Comunità n.27)
ISBN 88-24-50627-5


Le prime righe

Vedersi

I.
Martin Heidegger ad Hannah Arendt

10.II.25

Cara signorina Arendt!

Questa sera devo tornare a farmi vivo con lei e a parlare al suo cuore. Tutto tra di noi deve essere schietto, limpido e puro. Soltanto così saremo degni di aver avuto la possibilità di incontrarci. Il fatto che lei sia stata mia allieva e io il suo insegnante è soltanto l'occasione esteriore di quello che ci è accaduto.
Io non potrò mai averla per me, ma lei apparterrà d'ora in poi alla mia vita, ed essa ne trarrà nuova linfa.
Noi non sappiamo mai ciò che possiamo diventare per gli altri attraverso il nostro essere. Forse tuttavia una meditazione può chiarire quale azione di distruzione e ostacolo esercitiamo.
Non possiamo sapere quale via prenderà la sua giovane vita. Dobbiamo rassegnarci a questo. E la mia devozione nei suoi confronti deve soltanto aiutarla a rimanere fedele a se stessa. [...]

© 2001 Edizioni di Comunità




Colin Bruce
Sherlock Holmes e le trappole della logica

Traduzioni di: Luca Scarlini e Lorenzo Stefano Borgotallo
Illustrazioni di Claire Palmer da schizzi di Colin Bruce
XII-292 pag., ill., Lit. 39.000 - Edizioni Raffaello Cortina (Scienza e idee n.90)
ISBN 88-7078-712-5


Le prime righe

"Ogni giorno sprechiamo tutti tempo e denaro per decisioni sbagliate. Spesso, non ce ne rendiamo nemmeno conto. Proseguiamo nella beata ignoranza, felici nell'illusione che il nostro innato senso faccia un egregio lavoro guidandoci.
La cosa mi venne dolorosamente ricordata qualche mese fa. La mia amica Jo Keefe, laureanda in teoria della decisione alla London School of Economics, mi chiamò un pomeriggio.
'Colin', disse con dolcezza, 'ho qui delle domande che dovrebbero divertirti. Il professore X ha dato da fare un esercizio in classe. Ognuno di noi deve telefonare a una mezza dozzina di persone che conosce e chiedergli che probabilità ci sono secondo loro di vincere alcune semplici scommesse. Non bisogna dare calcoli matematici, basta buttare lì una percentuale, a occhio e croce. Posso inserirti nel mio gruppo di partecipanti?'
'Tranquilla', dissi baldanzoso, mentre dentro di me pensavo: 'Ah! Credono di prendere me in castagna, è così?'
Le domande sembravano abbastanza ragionevoli, e non ho esitato a dare risposte approssimative. Una settimana dopo ho scoperto che una delle mie ipotesi era sballata per un fattore pari a 10. Fu una magra consolazione sapere che le altre persone contattate da Jo, per lo più laureandi come lei in scienze matematiche a Oxford, si erano sbagliate di multipli ancora maggiori."...

© 2001 Raffaello Cortina Editore




Peter Singer
La vita come si dovrebbe
Le idee che hanno messo in discussione la nostra morale

Traduzioni di: Enza Ferreri, Stefano Montes, Stefano Rini e Salvatore Romano
382 pag., Lit. 36.000 - Edizioni il Saggiatore (Nuovi saggi)
ISBN 88-428-0967-5


Le prime righe

"Se non ci fossero state manifestazioni di protesta davanti ai cancelli dell'Università di Princeton; se Steve Forbes, il ricchissimo aspirante candidato presidenziale, non avesse deciso di congelare ogni donazione alla sua alma mater finché io non fossi stato licenziato; se il mio incarico come professore di Bioetica a Princeton non si fosse trasformato in quella che il New York Times definì la più grossa controversia accademica dal tempo in cui un'università americana aveva cercato di assumere il famigerato difensore dell'amore libero, Bertrand Russell; senza tutto ciò, il libro che ora avete tra le mani non sarebbe esistito. Infatti, senza questi eventi, i mass media avrebbero a malapena notato il mio arrivo negli Stati Uniti, le mie opinioni controverse su una serie di questioni etiche non sarebbero diventate argomento di conversazione in tutto il paese, e a Daniel Halpen della Ecco Press non sarebbe venuto in mente che, mentre tutti discutevano delle tesi di Peter Singer, queste discussioni erano per lo più basate su brevi citazioni e compendi di seconda mano." ...

© 2001 il Saggiatore

Di Grazia Casagrande
e Giulia Mozzato


14 dicembre 2001