Sue Grafton
O come omicidio

"Il cuore mi martellava e il sudore mi inumidiva la schiena. John Russell era il nome di copertura di un ex vicedetective che si chiama Mickey Magrudet... il mio primo marito. Che diavolo stava succedendo?"


Davide Longo
Un mattino a Irgalem

"Prochet prese il bicchiere. I capelli gli brillavano lucidi sopra il triangolo nervoso della schiena. A ogni movimento delle braccia era come se un elastico gli si muovesse sottopelle."


Amélie Nothomb
Stupore e tremori

"Non c'è niente di più vergognoso del sudore. Se mangi a quattro palmenti un bel piatto di fettuccine, se ti abbandoni alla rabbia del sesso, se passi l'inverno a dormicchiare vicino al camino, suderai. E nessuno avrà più dubbi sulla tua volgarità. Tra il suicidio e la traspirazione non esitare. Versare il proprio sangue è ammirevole quanto e immondo versare il proprio sudore. Se ti darai la morte, non suderai mai più e la tua angoscia sarà finita per sempre."


Harold Pinter
Anniversario

"Ma quando sono in questo ristorante non mi sento più uno psicopatico. Mi passa la voglia di uccidere chiunque mi capiti a tiro, non ho più voglia di infilare una bomba nel culo a tutti. Mi sento diverso, raggiungo una specie di equilibrio, di armonia, amo la gente che cena qui. È raro per uno come me. Di solito - come ho già detto - odio e disprezzo chiunque mi circonda - qui invece mi sento... come innamorato. Cosa sarà?"



1 giugno 2001