foto Effigie

I libri di Vivian Lamarque
sono ordinabili presso
Internet Bookshop




Vivian Lamarque

La sua parola poetica ha affascinato grandi e bambini per la levità e la dolcezza. Ma Vivian Lamarque è anche una donna determinata, con il coraggio di denunciare, dalle pagine dei periodici con cui collabora, ingiustizie e pericoli che tormentano la nostra società. Per noi racconta le sue letture.


Qual è il primo libro che si ricorda di aver letto da bambina?

D a bambina è difficile ricordarlo, perché è forse l'età in cui ho letto in assoluto di più. Non che adesso non legga, ma allora "straleggevo". Un libro dell'infanzia che ha segnato proprio la mia vita è stato Senza famiglia perché la mia storia familiare è una telenovela, senza famiglia è stato un puzzle della mia storia.

L'adolescenza è il momento in cui ci si forma. Quali sono stati i romanzi o comunque la letteratura formativa per lei?

G uardi io ho sempre letto con ritardo (contrariamente a molti altri miei colleghi), nel senso che a 12 anni non leggevo Dostoevskij, ma casomai a 16 ancora leggevo Pinocchio... Tenendo presente questo, posso dire che da ragazzina un libro che mi ha ipnotizzato è stato Il diario di Anna Frank; mi ha ipnotizzato a tal punto che lo avevo copiato tutto a macchina. Mentre lo facevo non mi rendevo conto del significato di quel lavoro: adesso penso che fosse un modo per appropriarmi della storia. L'ho copiato tutto tale e quale, contrariamente al solito: ero solita correggere con la matita i libri che non mi piacevano, togliendo frasi e aggiungendone di mie.

Era già proprio un destino il suo...

N on pensavo di fare la scrittrice, pensavo di fare l'insegnante, come ho anche fatto. Sono "ritardata" anche in questo, il primo libro l'ho pubblicato a 35 anni...

Questo perché ha maturato a lungo la sua scelta.

A lunghissimo.

Attualmente cosa sta leggendo?

S to leggendo Tutte le poesie di Emily Dickinson pubblicate nei Meridiani Mondadori. Molte, tra l'altro, non si conoscevano. Le sto leggendo con grande lentezza, una ad una, tutte quante.

Oltre alla poesia legge anche romanzi, narrativa?

S oprattutto epistolari e diari.

E quando deve regalare un libro cosa pensa di regalare, qual è l'idea che le viene subito in mente?

D evo confessare che siccome mi arrivano a casa migliaia di libri, quando devo regalare scelgo tra quelli che ho ricevuto e che non mi piacciono, spero che non stia leggendo qualcuno che ha ricevuto un mio regalo...

E qual è un personaggio della letteratura che rispecchia di più la sua idea di donna?

D i nuovo devo dirle Emily Dickinson, per questo suo vivere appartato, per questa apparente fragilità, mentre era di una forza infinita.

Lei si occupa spesso di bambini, tiene rubriche su TV Sette, Io Donna, ecc. Qual è un libro o uno scrittore per bambini fondamentale che consiglia a tutti i genitori?

I ntanto i classici, perché non stancano mai: Andersen, i fratelli Grimm, Perrault e consiglierei di tenere d'occhio le case editrici serie, specializzate per l'infanzia, le loro proposte sono ben aggiornate.

Ha quindi una buona opinione dell'editoria italiana per ragazzi?

S ì, mi sembra che si stia arricchendo ogni anno con ottimi risultati e non è vero che i bambini e i ragazzini non leggano!

Di Giulia Mozzato


14 luglio 2000