Connie Chatterley

Lady, quali sono le sue letture?
I l mondo è pallido al tuo respiro..., questo è un verso di Swinburne, un poeta di cui ho letto davvero tutto.
Legge solo poesia?
N o di certo! Come avrei potuto non essere affascinata da Shakespeare? Più dolci delle palpebre di Giunone: forse è un po' imbottito di retorica...
Ama i classici, insomma?
S ì, adoro Racine, i versi di Racine si insinuano nell'anima come un sogno.
Ma oggi credo che la mia autrice preferita sarebbe Anais Nin.


Clarissa Dalloway
meglio nota come La signora Dalloway

Signora Dalloway, lei dimostra grandi interessi culturali. quali sono le sue letture preferite?
A mo molto i romanzi di Virginia Woolf, sono così originali! E mi affascinano l'ambiente snob e decadente descritto da Francis Scott Fitzgerald. e lo stile così inglese di Vita Sackville West. Poi L'Otello di Shakespeare, di cui spesso mi ritrovo a citare frasi come Se io fossi in punto di morte, proverei la suprema felicità. Tale spesso è il mio stato d'animo. E nonostante mio marito dichiari che un uomo che si rispetti non può leggere i sonetti di Shakespeare, sarebbe come origliare a una porta. Ma tanto sono una donna...
Le sue amiche le hanno regalato qualche libro recentemente?
S ì, Millicent Bruton mi ha regalato le Memorie del barone Marbot. Lei ama molto leggere la ritirata da Mosca (e tutte le opere sulla Russia degli zar e la Rivoluzione e pensava che sarebbe piaciuto anche a me, ma si sbagliava. Sally Seton invece mi ha donato libri di Huxley e Tyndall, i miei autori preferiti da ragazza.

Dolores Haze
meglio nota come Lolita

Lolita, sei giovanissima, non credo che tu sia una grande lettrice...
E satto. Mi piacciono i fumetti, quando il mio patrigno legge il giornale gli rubo sempre la pagina dei cartoons. Adesso credo che leggerei volentieri il vostro Crepax
Ma non hai letto mai un libro?
S ì le biografie di cantanti o di attori, non mi sarei persa Nirvana di Kurt Cobain. Mi piacciono anche certe commedie, perché immagino di essere la protagonista.
Ma letture più impegnative?
U na volta Humbert mi ha regalato una storia della pittura americana, potrebbe essere qualcosa di simile al vostro Arte di frontiera. Pittura e identità nazionale nell'Ottocento nord-americano, ma era una vera pizza...

Miss Marple

Miss Marple, quale libro gradirebbe ricevere in regalo?
S to lavorando al mio giardino giapponese e il giardinaggio è il mio hobby preferito. Vorrei ricevere un saggio sui piccoli giardini curato dalla Royal horticultural society.
E un romanzo adatto a una grande "investigatrice" come lei?
O h, sono solo una dilettante, una donna anziana che ogni tanto cerca di dare una mano nelle indagini di polizia... Comunque direi un romanzo di P.D. James. Mi hanno detto che è una eccellente giallista. Del resto è stata definita l'erede di Agatha Christie, che è una mia grande amica...
Quali libri occupano il posto migliore nella sua biblioteca?
I o sono una vittoriana senza speranza. Ammiro il signor Alma-Tadema e i preraffaelliti e posseggo molti volumi sulla loro opera. I poemi di Swinburne e di William Blake e gli studi critici su di loro e sulla legge morale. E non manca quella che per me è una delle opere più originali del romanticismo inglese: Cime tempestose di Emily Brontë

Marianna Ucria

Marianna, quali libri ama leggere?
[Marianna estrae velocemente dal suo nécessaire di maglia d'argento l'astuccio di legno con la penna e l'inchiostro, nonché la carta e la tavoletta e scrive...]
Vado spesso nella biblioteca della mia grande casa, i libri mandano un buon odore di pelle conciata, di carta pressata, di inchiostro secco. Leggo poesie, conosco quasi a memoria i versi di Buonarroti: Caro m'è il sonno e più l'esser di sasso...
Lei è una donna colta e intelligente, sicuramente ha affrontato anche letture più impegnative.
S ì, certo: filosofiche prevalentemente. Conosco le opere di Platone o di Sant'Agostino, ma mi hanno molto turbato e fatto riflettere anche filosofi come Saint-Simon, o Pascal
Quale autore di oggi, pensa leggerebbe con piacere?
C redo un autore della mia terra come Vincenzo Consolo o, come tutti, Camilleri

A cura di Grazia Casagrande
e Giulia Mozzato


8 marzo 2000