Antonella Abbatiello
La cosa più importante


Gli animali del bosco riuniti in assemblea discutono su quale sia la cosa più importante: avere la proboscide come l'elefante, gli aculei come il porcospino, oppure il collo lungo come la giraffa? Naturalmente ogni animale è convinto che la propria particolarità sia quella fondamentale e che tutti dovrebbero averla. Ma quando le doppie pagine che si aprono a sorpresa mostreranno di volta in volta tutti gli animali con gli aculei, con il collo da giraffa, con la proboscide e così via, tutti dovranno convenire che l'importanza di ciascuno sta proprio nella sua "diversità", che lo rende unico ed essenziale alla vita del bosco. Un importante messaggio interculturale in una smagliante favola moderna.


La cosa più importante di Antonella Abbatiello
Pag. 48, Lire 20.000 - Edizioni Fatatrac
ISBN 88-8222-027-3


Un'immagine

Il coniglio diceva: «La cosa più importante è avere ORECCHIE LUNGHE. Chi ha orecchie lunghe si accorge subito di ogni piccolo rumore sospetto, del tuono, del pericolo, e può scappare in tempo».


© 1998, Fatatrac




Altan
Kamillo gira il mondo


L'Kamillo Kromo, si sa, possiede una facoltà straordinaria: gli basta un gesto accompagnato da una piccola rima per cambiare il colore delle cose. La notizia si sparge prima per la foresta e poi, di paese in paese, arriva in ogni angolo del mondo. E così dai bianchi ghiacci del polo, dagli oceani lontani e dall'Africa nera arrivano richieste di aiuto: non sempre, infatti, il colore che hanno le cose è quello migliore per tutti. Kamillo parte, compie la missione e poi torna alla sua casa nella foresta, perché ha molti fratellini che aspettano il racconto delle sue avventure.


Kamillo gira il mondo di Altan
Pag. 31, Lire 23.000 - Edizioni EL
ISBN 88-477-0300-X


Un'immagine

«Il pezzo bianco può muoversi in tutte le caselle. Quello nero può muoversi solo in quelle nere» gridò il sergente Bianconi. «Così è più difficile vincere!» disse Kamillo.

«Ma con gli scacchi multicolori, non ci sono vinti né vincitori!»


© 1998, Edizioni EL





Roberta Angeletti
Nefertari
principessa d'Egitto


Cecilia è una ragazzina molto sveglia e intraprendente, con due belle treccine, un paio di pantaloncini a quadretti e una macchina fotografica per immortalare il suo viaggio in Egitto. Seguendo un furbo gattino grigio, Cecilia si avventura in una galleria e sbuca in un luogo misterioso pieno di sontuose stanze affrescate con immagini di antichi egizi e geroglifici: è la tomba di Nefertari. Ma la ragazzina non avrebbe mai immaginato di trovarsi faccia a faccia proprio con la principessa e poter parlare con lei...
Un libro divertente, ma anche istruttivo. Un modo intelligente per imparare qualcosa sugli antichi egizi, oggi così di moda, senza pedanteria.


Nefertari, principessa d'Egitto di Roberta Angeletti
32 pag., ill., Lit. 19.500 - Edizioni De Agostini Ragazzi (A spasso con...)
ISBN 88-415-5772-9


Un'immagine

"Oh, signora Nefertari, io le credo, ma purtroppo non so leggere quegli strani segni."
"Geroglifici si chiamano, sono i segni della nostra lingua scritta. Non mi sembri molto istruita ragazzina! Toccherà a me farti da maestra in questo luogo sacro."


© 1998, Istituto Geografico De Agostini




Helen Cooper
Zuppa di zucca


Nella foresta c'è una casetta bianca a forma di zucca, circondata da un giardino di zucche. Nella casetta vivono un Gatto, uno Scoiattolo e una Papera che cucinano ogni giorno una meravigliosa zuppa di zucca.

Zuppa di Zucca.
La migliore che tu abbia mai assaggiato.
L'ha fatta il Gatto che affetta la zucca.
L'ha fatta lo Scoiattolo che mescola l'acqua.
L'ha fatta la Papera che raccoglie una tazzina di sale e ne rovescia
quanto basta nella zuppa.

Ma un giorno la Papera scompare...
Una classica favola per bambini, con un finale originale e splendide illustrazioni.


Zuppa di zucca di Helen Cooper
Traduzione di Paola Parazzoli
32 pag., ill., Lit. 23.000 - Edizioni Fabbri
ISBN 88-450-7918-X


Un'immagine

Allora il Gatto sussurrò con un filo di voce, "Forse la Papera ha trovato degli amici migliori di noi."
"Può essere," gridò lo Scoiattolo addolorato. "Amici che le consentono di rendersi utile."

E più ci pensavano, mentre si trascinavano verso casa, più erano sicuri che era proprio così.


© 1998, RCS Libri




Nicoletta Costa
La luna addormentata


Una notte, quando Caterina e Roberto il coniglio vanno a dormire, la luna entra dalla finestra della loro cameretta. Tutti e tre si mettono in poltrona a leggere una favola, ma la luna si addormenta. Che disastro! Ora in cielo c'è un buio terribile! Come faranno a rimetterla a posto?
Un libro per i più piccoli che stimola i loro sogni e le loro fantasie. I deliziosi disegni sono della notissima Nicoletta Costa


La luna addormentata di Nicoletta Costa
Pag. 26, Lire 22.000 - Edizioni Fabbri
ISBN 88-450-7923-6


Un'immagine

Allora Caterina e Roberto
caricano la luna nel passeggino delle bambole ed escono per riportare quella dormigliona al suo posto.
E' molto più leggera di quanto ci si aspetti...


© 1998, RCS Libri S.p.A.




Emma Foa
Impariamo a fare il collage


Un allegro pesciolino rosso di nome Cleo accompagna i più piccoli alla scoperta del meraviglioso mondo del collage. Pagina per pagina, illustrazione per illustrazione si scoprono i metodi per realizzare divertenti collage, partendo dalla base di carta per arrivare agli innumerevoli materiali che si possono utilizzare. E nella confezione, oltre al manuale, sono inclusi: carta velina, carta dorata, carta colorata, sagome lucide, paillette assortite, brillantini argentati, due gomitoli di spago, speciali forbici a zig-zag, figure di carta stagnola, colla stick, una matita e un album da collage. Un regalo utilissimo per imparare a "maneggiare" forbici e carta e per trascorrere allegramente i pomeriggi piovosi.


Impariamo a fare il collage di Emma Foa
Traduzione di Alessandra Petrelli
32 pag., ill., Lit. 25.000 - Edizioni Mursia
ISBN 88-425-2262-7


Un'immagine

L'isola tropicale
Per dare un effetto scintillante al mare usa un po' di brillantini.
E' notte, quindi incolla in cielo qualche stella luccicante e una luna tonda.


© 1998, Gruppo Ugo Mursia Editore




Werner Holzwarth e Wolf Erlbruch
Chi me l'ha fatta in testa?


"Ma che schifo!" esclamò la piccola Talpa. "Chi è che me l'ha fatta in testa?" È un fatto davvero sgradevole, uscendo dalla propria tana, ritrovarsi con un "cappello" di quel genere. La Talpa, pur essendo assai miope, decide di svolgere accurate indagini e scoprire l'autore di quel gesto così sconveniente... Interroga il piccione e il cavallo, la lepre e la capra, la mucca e altri animali sino a che si trova il colpevole... e arriva la vendetta!
Un piccolo "capolavoro". Una storia destinata a divertire moltissimo i piccoli lettori. Del resto la traduzione di Donatella Ziliotto è già una garanzia.


Chi me l'ha fatta in testa? di Werner Holzwarth e Wolf Erlbruch
Traduzione di Donatella Ziliotto
24 pag., ill., Lit. 9.000 - Edizioni Salani
ISBN 88-7782-752-1


Un'immagine

«Ascolta, maiale!
Sei tu che me l'hai fatta in testa?»

«Io? Ma quando mai!
Io la faccio così».


(E - pruff - proiettò un monticello bruno e molle sul campo.
Bleah!, la piccola Talpa si tappò il naso.)


© 1998, Adriano Salani Editore




Rose Impery e Shoo Rayner
Tanti auguri Bianchina
La mucca più vecchia del mondo


Bianchina è arrivata al suo settantottesimo compleanno: è la mucca più vecchia del mondo! I suoi amici non sanno più cosa regalarle. Il giorno del suo settantaseiesimo compleanno le avevano regalato la televisione e, da allora, Bianchina sta sempre in casa, non vuole più uscire e fare tutte le straordinarie attività di prima: viaggiare in aereo, in mongolfiera, buttarsi con il paracadute, ecc. Forse l'idea migliore è organizzare una festa e farle capire che è importante mantenere una vita attiva, a contatto con gli altri, anche se non è più giovanissima... Una storia che aiuta a capire meglio anche i nonni!


Tanti auguri Bianchina. La mucca più vecchia del mondo di Rose Impey e Shoo Rayner
Traduzione di Marilena Lucchini
48 pag., ill., Lit. 6.000 - Edizioni Mursia
ISBN 88-425-2432-8


Un'immagine

Per i suoi settantatré anni Bianchina prenotò un viaggio in aereo, sul Concorde, e andò a trovare il nipote che abitava in Texas.


© 1998, Gruppo Ugo Mursia Editore




Librogranchio


Click, click, clack... è un granchio!
In un libro illustrato si legge la storia, poi aprendo la scatola si scopre: un giocattolo-granchio rosso brillante che si muove a carica e corre per la stanza, un poster con l'habitat di questo curioso animaletto su cui si possono attaccare gli stickers e un "mobile" da appendere con alcuni animali che, come lui, vivono sulla spiaggia e nel mare. Un "set" ideale per avvicinare i bambini all'oggetto libro.


Librogranchio
Illustrazioni di Charles Fuge
10 pag., ill., Lit. 24.500 - Edizoni De Agostini Ragazzi (I librianimali)
ISBN 88-415-5940-3


Un'immagine

Le tenaglie sono perfette
per aprire le conchiglie.




© 1998, Istituto Geografico De Agostini




Cinzia Ruggieri
Il sogno di Arturo


"Si chiamavano Tic, Tac e Toc e vivevano dall'altra parte. Di mestiere facevano i guardiani dei sogni. Erano sempre insieme, amici. E ogni tanto li mandavano giù, dall'altra parte. Così quella volta, come tante, nel più buio del buio, li chiamarono tutti e tre. Tic. Poi arrivò Toc. Infine venne anche Tac." Ed ecco i tre guardiani dei sogni alle prese con gli imprevisti del mondo reale... finché, arrivati finalmente dal bambino che chiedeva aiuto, scoprono la natura del suo "inutile" desiderio: "Io voglio solo andare al mare, con i miei cani. È qui vicino, ma io non so la strada e nessuno ha mai il tempo, nessuno mi ci vuole accompagnare... Certo, scusate, è una cosa inutile, lo so".


Il sogno di Arturo di Cinzia Ruggieri
38 pag., ill., Lit. 30.000 - Edizioni C'era una volta
ISBN 88-86144-49-0


Un'immagine

Lì Arturo restò solo con i quattro cani.
A guardare.
E il mare gli lavò gli occhi e il cuore.


© 1998, Edizioni C'era una volta




20 novembre 1998