Il mio primo laboratorio di scienze


Scopri l'elettricità, il magnetismo, la propulsione a reazione e altri fenomeni attraverso più di 50 eccitanti esperimenti! Il manuale allegato ti insegnerà a eseguirli, spiegandoti i risultati in modo chiaro e attraente. Con le attrezzature e i materiali forniti e il "banco da lavoro" appositamente ideato, potrai subito metterti all'opera!


Il mio primo laboratorio di scienze
Pag. 32 (il manuale), Lire 37.000 - Edizioni De Agostini Ragazzi
ISBN 88-415-5709-5


Un'immagine

RIFLESSI, RIFLESSI, RIFLESSI...

Sai che puoi far rimbalzare la luce avanti e indietro tra due specchi?
Ciò crea effetti davvero interessanti!


© 1998, Istituto Geografico De Agostini S.p.A.




Sjoerd Kuyper
Robin e Dio


Arriva un momento in cui anche i bambini cominciano a porsi domande molto personali su Dio, oltre a quelle che il catechismo propone loro in modo generico. Per dare risposta a queste domande i ragazzi ricorrono di solito agli adulti. Robin si trova in casa con due fonti di informazione ben diverse: il nonno, che è credente e cerca di aiutare il bambino nelle sue riflessioni religiose; il papà, invece, che è ateo e non vorrebbe vedere suo figlio immischiato in affari che, a suo parere, gli creano solo confusione mentale. E così il ragazzo deve cercare di capire con la sua testa e col suo cuore.


Robin e Dio di Sioerd Kuyper
Titolo originale: Robin en God

Traduzione di Nica Tignonsini Braam
Illustrazioni di Philip Hopman
Pag. 159, Lire 24.000 - Edizioni Piemme Junior (Il Battello a vapore. Serie Oro)
ISBN 88-384-7607-1


Inizia così...

Quando è la mamma, la sera, a leggergli la storia, Robin si corica nel proprio letto. La mamma si mette sulla sedia, a capo del letto, e legge ad alta voce. A Robin piace.
Quando invece è papà a leggergli la storia, s'infila nel lettone insieme a lui. A Robin piace anche così, però è un po' scomodo, perché prima deve sdraiarsi nel lettone al freddo, poi, appena comincia a scaldarsi, deve uscire e ricoricarsi al freddo, nel proprio letto. Ma quando c'è il nonno, tocca a lui leggergli la storia e questo a Robin piace ancora di più, perché il nonno legge da basso, in soggiorno, accanto alla stufa, tenendolo sulle ginocchia e circondandolo con le proprie braccia. Così fa di solito e così sta facendo anche oggi.
È quasi Natale, e sono arrivati i nonni. Si fermeranno fino al giorno di Natale, poi fino all'ultimo dell'anno, poi per Capodanno e dopo ancora un po'.
È sera e si sta bene in soggiorno, al calduccio. Il papà, la mamma e la nonna siedono al tavolo e giocano a carte. Suze, la sorellina piccola di Robin, è già a letto che dorme. Robin invece è in braccio al nonno, insieme a Grugno, il suo maialino di peluche e amico del cuore. Siedono in poltrona, accanto alla stufa, e il nonno gli sta leggendo una storia, la storia dello gnomo Pillolamare. Robin l'avrà già sentita cento volte e quasi la sa a memoria, eppure non si stanca di sentirla raccontare.


Un'immagine

Robin è lì, che guarda le stelle, e le stelle sono lì, che splendono in cielo.
Poi, d'un tratto, ne scorge una più chiara di tutte e pensa, anzi ne è proprio sicuro: «E' là che abita il Signore».


© 1998, Edizioni Piemme Spa




Rose Lagercrantz
La ragazza che non voleva baciare

Un libro per i lettori che vogliono ritrovare lo spirito pungente della nota collana "Gl'Istrici", ma che sono ormai pronti per libri più forti, attuali e profondi: per "istrici cresciuti". La storia è quella di Orge, il padre dell'autrice, un ebreo tedesco forte e passionale, attaccabrighe e, da sempre, insofferente ai soprusi. Attraverso le sue vicende personali, questo romanzo riesce, con passionalità, schiettezza e umorismo, a reinventare la Storia, mostrandola come una vicenda del tutto nuova, fresca e inedita.


La ragazza che non voleva baciare di Rose Lagercrantz
Titolo originale dell'opera: Flickan Som Inte Ville Kyssas

Traduzione di Laura Cangemi
95 pag., Lit. 13.000 - Edizioni Salani (Grand'Istrice n.18)
ISBN 88-7782-731-9


Inizia così...

C'era una volta, nella dorata città di Praga, una ragazza che non voleva baciare.
"Conservo i miei baci per qualcosa di più importante" aveva detto una volta, all'età di cinque anni, e aveva ragione, perché un giorno sarebbe arrivato qualcuno che avrebbe meritato tutti i suoi baci. Ma tutto questo sarebbe accaduto molto tempo dopo.
Accadde quando, già adulta, aveva iniziato a lavorare in un ufficio che si trovava nelle vicinanze del vecchio municipio di Praga. Su un lato del municipio c'è un grande orologio, uno strano e antico congegno vegliato dalla morte in persona: o almeno così sembra, dato che si tratta di uno scheletro penzolante. Allo scoccare di ogni ora questo scheletro si tende e tira la corda di una campanella dorata che emette un forte scampanio, dopodiché si aprono due botole da cui escono i dodici apostoli.
Davanti a questo orologio c'è sempre un gruppetto di gente che guarda e aspetta che si metta in moto il meccanismo. Anche Anna ci andava: era questo il nome della ragazza, sebbene di solito la chiamassero Annichen o Annie. Alle dodici, tutti i giorni, si fermava lì davanti con gli occhi fissi sullo scheletro, senza immaginare neanche lontanamente che presto la morte le avrebbe mostrato il suo volto in tutt'altro modo.

© 1998, Adriano Salani Editore




Pierre Marchand, Therry Vissol, Giulio Bernardi
Euro a sorpresa


Un libro per conoscere l'euro attraverso la storia dell'Europa e delle sue monete. Le numerose immagini si alternano a disegni chiarificatori, fotografie che illustrano il periodo storico o l'area geografica che si sta descrivendo. La parte di testi è completata da una postfazione di Emma Bonino, commissario europeo. Nel cassetto, "Euretta", la calcolatrice-convertitore, per passare in un battibaleno dalle lire agli euro e dagli euro alle lire.


Euro a sorpresa di Pierre Marchand, Therry Vissol, Giulio Bernardi
Traduzione di Beatrice Foschi
Pag. 32, Lire 22.000 - Editoriale Scienza
ISBN 88-7307-132-5


Un'immagine


FABBRICARE LE MONETE



Il principio di fabbricazione delle monete
non è cambiato dall'antichità.


© 1998, Editoriale Scienza




René Mettler
La natura
di mese in mese


Splendidi disegni introducono i ragazzi nel fantastico mondo della natura. Ma non quella africana con gli elefanti, i baobab e i leoni, non i pappagalli sudamericani o le tigri indiane, ma la natura "nostrana", quella che tutti possiamo osservare semplicemente recandoci in campagna o in collina. E proprio da una collinetta l'autore immagina di osservare una distesa con campi, un piccolo fiume, qualche casetta, un bosco. La medesima illustrazione viene ripetuta ogni mese, cogliendo le trasformazioni del luogo secondo il ciclo delle stagioni. Il gelo di gennaio, la neve abbondante di febbraio, il risveglio delle gemme di marzo, il ritorno degli uccelli migratori in aprile, le chiome lussureggianti e i mille fiori di maggio, il grano quasi maturo di giugno, le cavallette e i grilli in luglio, le balle del fieno di agosto, le nebbioline di settembre, i meravigliosi colori autunnali di ottobre, le ultime foglie e il letargo invernale di novembre, gli alberi spogli e il buio di dicembre. Ogni mese è accompagnato da una scheda sui prodotti dell'orto e da molte indicazioni su animali e piante caratteristici del momento. Un manuale divertente e stimolante e un modo per avvicinare i ragazzi "cittadini" ai cicli naturali della vita.


La natura di mese in mese di René Mettler
Titolo originale dell'opera: La nature au fil des mois

64 pag., ill., Lit. 26.000 - Edizioni EL
ISBN 88-477-0229-1


Un'immagine

16 GIUGNO

Il 21 di questo mese è il giorno più lungo dell'anno, e segna l'inizio dell'estate.
Il tempo volge decisamente al bello e la temperatura è ormai estiva.


© 1998, Edizioni EL




Andrea Molesini
Manuale del giovane poeta


Poeti si nasce? Certamente sì. Ma la poesia è anche duro lavoro: per capirla, per amarla, per farla, bisogna conoscerne i segreti. Le regole irrinunciabili e quelle che si possono trasgredire. Il libro, che si rivolge a un pubblico di ragazzi pieni di creatività, propone, dopo una parte più didattica, anche un breve antologia di poeti contemporanei italiani, per dare ai giovani lettori la dimostrazione pratica di quanta naturalezza possa dare una così raffinata e complessa tecnica compositiva.
Le divertenti illustrazioni di Alberto Rebori rendono il testo ancora più accattivante.


Manuale del giovane poeta di Andrea Molesini
Pag. 108, Lire 16.000 - Edizioni Mondadori (Manuale del...)
ISBN 88-04-45600-0


Inizia così...

Una storia per cominciare

Abu Nuwas e il maestro Khalaf


Abu Nuwas non sapeva un gran che delle cose del mondo. Dalle finestre dello stanzone della scuola di Khalaf, Abu guardava gli uccelli, le nuvole, il cielo vuoto. Spesso pensava alle donne, al loro passo pieno di segreti, che gli sembrava promettere molte e differenti avventure. Aveva una reputazione di studente distratto, poco costante, ma non privo d'intuito e curiosità.


Un'immagine

ALCUNI POETI ITALIANI:
MANZONI - PASCOLI

TASSO - LEOPARDI

CAPRONI - GATTO


© 1998, Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.




Bianca Pitzorno
La Voce Segreta


Una storia buffa e tenera, in cui la vita di tutti i giorni di una famiglia qualsiasi, dove sono appena nati due gemelli, è vista attraverso lo sguardo ingenuo, e nello stesso tempo acuto e critico, della sorella maggiore: Cora. Alla sua età - cinque anni - il confine tra il mondo reale e quello magico delle cose che parlano, non è ancora ben definito. Ecco allora spuntare un paio di ali sulla schiena del suo gemello preferito, grazie a una delle sue magiche ricette. Ali segrete, che i grandi non possono né vedere né toccare, ma che a lei procurano molti patemi d'animo, perché il fratellino non si comporta affatto come ci si potrebbe aspettare da un angioletto. Però, quando Cora andrà finalmente a scuola, sarà proprio il monello alato a correre in suo aiuto per difenderla dalle grinfie della maestra Argia Sforza, alias Arpia Sferza, e a punire la perfida maestra coprendola di ridicolo.


La Voce Segreta di Bianca Pitzorno
Disegni dell'autrice, colorazione di Mee Lee Young
188 pag., ill., Lit. 24.000 - Edizioni Mondadori (Contemporanea)
ISBN 88-04-45621-3


Inizia così...

Il primo Natale dopo la fine della guerra Cora ricevette in dono da Gesù Bambino quattro bambole. Tutte nuove, fissate con gli elastici al fondo della scatola di cartone, così com'erano state esposte nella vetrina del negozio di giocattoli. Si trattava di: un bebè di celluloide simile a un neonato; una damina col vestito di organdis a balze e i boccoli un po' stopposi, di quelle con la faccia verniciata che se cadono gli si scrostano subito il naso e la fronte; una negretta col gonnellino di paglia e, per finire, una Cappuccetto Rosso di panno Lenci col cestino per la nonna cucito alla mano destra e un mazzolino di fiori cucito alla mano sinistra...


Un'immagine

- Adesso scendi e riposati - gli disse Cora. - Domani cominceremo le esercitazioni vere e proprie.


© 1998, Arnoldo Mondadori Editore




Jacqui Swift
Aqua
Il libro ufficiale


Sono atterrati dal pianeta del pop in missione per salvare l'universo dalla musica banale e per rendere la Terra un posto migliore! Sono gli Aqua. Questa è la vera storia del gruppo: quattro musicisti di talento che hanno conquistato il mondo con la loro esplosiva miscela di pop all'insegna del divertimento, melodie orecchiabili e folli video. Nel libro vi sono anche le foto esclusive di Lene, René, Claus e Søren.


Aqua. Il libro ufficiale di Jacqui Swift
Pag. 64, Lire 9.900 - Edizioni Sonzogno
ISBN 88-454-1625-9


Un'immagine

"Noi cambiamo ogni volta, per questo non abbiamo un'immagine particolare", spiega Lene, "e questo vale sia per la nostra musica sia per il nostro stile. Le persone in realtà non ci possono capire veramente!"


© 1998, RCS Libri S.p.A.




Jacques Van Hauten
Arriva Zorro!


Un ampio mantello nero, una maschera che gli copre il volto, una spada che traccia l'immancabile Z: ecco il vendicatore delle ingiustizie, il coraggio e l'astuzia al servizio dei più deboli, in una parola Zorro!
Contro la violenza degli spagnoli, contro i loro soprusi e le loro ruberie solo la nobile anima di Diego de la Vega, in arte Zorro, può pensare di opporsi. E questo eroe dal sorriso perenne e dalla rapidità del tuono sa conservare un fascino intatto ormai molti, moltissimi anni.


Arriva Zorro! di Jacques van Hauten
Traduzione di Maria Bastanzetti
Pag. 139, Lire 9.900 - Edizioni Piemme Junior (Le avventure di Zorro)
ISBN 88-384-5401-9


Inizia così...

UN SOLE DI PIOMBO infiammava la piazza di Los Angeles. I muri bianchi delle case che la circondavano lungo tre dei suoi lati splendevano in quella luce abbagliante. Lungo l'unico lato all'ombra si ergevano i due edifici principali della cittadina: la caserma e la prigione.
I contadini, i peones, istintivamente stavano alla larga da entrambe e, divisi in piccoli gruppi, pur di non avvicinarsi, preferivano conversare e discutere in pieno sole, sopportando il caldo soffocante di quelle ore.


Un'immagine

L'uomo si affacciò immediatamente alla soglia dell'ufficio. Era il soldato che aveva impersonato il falso Zorro nella gabbia! Sorrideva con espressione malvagia e teneva fra le mani una robusta frusta di cuoio intrecciato.


© 1998, Edizioni Piemme S.p.A.




Ugo Vicic
Chi ha inventato...?


La storia dell'uomo è costellata da invenzioni di ogni genere: dal fiammifero al bottone, dall'aquilone all'aspirapolvere, dalla cerniera agli occhiali, dal vaso da notte al gelato, dal materasso allo spillo... Tra filastrocche, aneddoti e dotte citazioni, ecco un'appassionante e divertentissima carrellata sulla storia delle invenzioni meno note che, spesso ancor più di quelle famose, hanno contribuito a rendere più piacevole la vita.


Chi ha inventato...? di Ugo Vivic
Illustrazioni di Alessandra Cimatoribus

Pag. 56, Lire 20.000 - Edizioni Fatatrac
ISBN 88-8222-028-1


Un'immagine



Per bisogni e bisognini
pannoloni e pannolini!
Invenzione meraviglia,
rende allegra la famiglia!
Se ti scappa la pipì
resti asciutto tutto il dì
e l'odor della popò
non si sente neanche un po'!


© 1998, Edizioni Fatatrac




20 novembre 1998