Ricerca avanzata
Appunti scuola

Antologie di poesia italiana contemporanea


Poesia italiana contemporanea: mancanza di tendenze elaborate, crisi della critica, trasformismo e alienazione culturalistica

Forniamo qui di seguito un elenco di alcune tra le più importanti antologie di poesia italiana contemporanea:


Antologia della poesia italiana. Novecento, a cura di C. Segre e C. Ossola, Einaudi 2008: Da Gozzano ai Crepuscolari, dai Futuristi a Campana e Rebora, da Saba, Ungaretti e Montale al dopoguerra e alla contemporaneità (Pasolini, Caproni, Zanzotto, Luzi, Giudici...), senza tralasciare una nutrita sezione dedicata ai grandi dialettali: la poesia del secolo appena trascorso si rivela in tutta la sua straordinaria varietà di accenti stilistici, linguistici e formali.
Roberto Deidier, Da un luogo anteriore. Poeti italiani del Novecento, Pequod 2008: Un libro che intenda esplorare, o semplicemente raccontare le strade della poesia italiana a cavallo del secolo, e fare luce su certi legami con il suo passato, non potrà mai essere qualcosa di unitario, di compatto. Nelle vicende della poesia italiana del tardo Novecento o dell'inizio del millennio si possono ritagliare percorsi, disegnare mappe più o meno obiettive e convincenti, ma qualcosa verrà sempre a mancare, per svista, per incompletezza di informazioni, o per scelta deliberata.
Poesia italiana del Novecento, a cura di E. Sanguineti, Einaudi 2007 (prima edizione Einaudi 1969): Dagli epigoni della poesia ottocentesca alla Nuova Avanguardia, in chiusura degli anni '60: più che un'antologia una rotta, un itinerario nel panorama vasto e multiforme della poesia italiana di questo secolo.
Andrea Afribo, Poesia contemporanea dal 1980 a oggi. Storia linguistica italiana, Carocci 2007: Il testo presenta le voci più significative e influenti dell'ultima scena poetica italiana: Magrelli, Valduga, Frasca, Pusterla, Fiori, Dal Bianco, Anedda e Benedetti. Ampi profili ricostruiscono, interpretano e giudicano le carriere di ciascun autore, e ogni testo poetico è accompagnato da un commento puntuale. Il libro ridiscute e prova a disegnare una mappa storico-critica della poesia italiana dell'ultimo Novecento e di questi anni, ma non solo.
Dopo la lirica. Poeti italiani 1960-2000, a cura di E. Testa, Einaudi 2005: Docente universitario a Genova, poeta egli stesso, Enrico Testa ha raccolto in questo volume testi di più di quaranta tra poeti e poetesse italiani del secondo Novecento. Ne esce un panorama sfaccettato che assume non tanto le tradizionali partizioni storicistiche della materia (scuole, correnti, categorie) quanto un impegno chiaramente saggistico, che tiene conto degli aspetti linguistici, del rapporto tra il lirismo tradizionale con le altre soluzioni che lo mettono in discussione.
La poesia italiana dal 1960 a oggi, a cura di D. Piccini, Rizzoli 2005: La poesia italiana degli ultimi cinquant'anni circa è una pianta lussureggiante e in gran parte "misteriosa" nel senso che i suoi frutti non sono stati assaggiati dal grande pubblico. Questa antologia è una scelta delle migliori poesie pubblicate dal 1960 a oggi, offerte al lettore con un agile commento.
Alfonso Berardinelli, Franco Cordelli, Il pubblico della poesia. Trent'anni dopo, Castelvecchi 2004 (prima edizione Lerici 1975): A metà degli anni Settanta questo lavoro di Alfonso Berardinelli e Franco Cordelli fu un sasso scagliato nelle acque stagnanti della cultura italiana: l'unico pubblico rimasto per i poeti, sosteneva questa antologia critica, erano i poeti stessi. Un'incomunicabilità simile a quella in cui si erano cacciate l'arte e la musica sperimentale. Oggi gli autori riprendono il loro lavoro e lo saldano, con qualche inserimento di voci nuove, al presente.
G. Manacorda, La poesia italiana oggi. Un'antologia critica, Castelvecchi 2004: Questa antologia è la fotografia della poesia italiana all'alba del nuovo secolo, ma non è una scelta delle più belle poesie, non disegna una tendenza e non è neppure un'antologia di gruppo. È un'antologia militante in cui l'autore prende posizione, osa il giudizio di valore mettendo a confronto diretto poeti di gran nome con poeti meno conosciuti. Il libro descrive la situazione della poesia italiana come è oggi, giudicandola criticamente.
Nuovissima poesia italiana, a cura di M. Cucchi e A. Riccardo, Mondadori 2004: Un'antologia di giovani autori italiani che presenta un rilevante fenomeno poetico emerso negli ultimi anni. Contraddistinti da un notevole talento e una grande energia raccontano la loro esperienza del mondo attraverso il potente strumento della parola poetica.
Poeti italiani del secondo Novecento, a cura di M. Cuochi e S. Giovanardi, Mondadori 2004 (prima edizione Meridiani 1996): Un testo di riferimento imprescindibile, uno strumento completo e articolato per chiunque voglia accostarsi alla nostra poesia contemporanea. Questa nuova edizione si aggiorna fino alle uscite più recenti di tutti gli autori inclusi e si arricchisce con l'inserimento di altri poeti che si sono venuti affermando nell'ultimo scorcio di secolo. Completo è anche l'aggiornamento dell'ampia sezione biobibliografica. L'antologia offre il panorama completo di mezzo secolo di poesia.
C. Vitiello, Antologia della poesia italiana contemporanea. (1980-2001), Pironti 2003: "Ciro Vitiello ha il merito di prendere atto dell'impossibilità delle mappe: non ci dà un'antologia-mappa né un'antologia di gruppo, né pretende di fornire un impossibile quadro esaustivo, un catasto critico del fare poetico contemporaneo. Rispetto alle diverse scelte che i poeti italiani delle diverse generazioni hanno fatto nel corso di un ventennio racchiuso tra le due date del 1980 e del 2001, si preoccupa di mettere in luce l'individualità delle risposte, dei dati storici, esistenziali, linguistici: e all'individualità delle esperienze fa corrispondere l'individualità della lettura, l'impegno a seguire i singoli poeti nella loro specificità e a far proprie ogni volta la loro presenza e la loro parola." (Giulio Ferroni)
Poeti italiani del Novecento, a cura di P.V. Mengaldo, Mondadori 2003 (prima edizione 1978): Dalle prime significative opere della poesia novecentesca alle ultime sperimentazioni emergono oramai numerose ed eterogenee le voci dei poeti di questo secolo. Da Govoni, Palazzeschi e Gozzano, fino alle ultime proposte, questa stagione si presenta come complessa e ancora tutta da scoprire. La raccolta, curata dal filologo e critico Pier Vincenzo Mengaldo, propone un'ampia selezione dei testi di cinquantun poeti italiani tra i più noti ed apprezzati, confermando l'assoluta centralità dell'espressione poetica nella letteratura italiana.
Ci sono fiori che fioriscono al buio. Antologia della poesia italiana dagli anni Settanta a oggi, a cura di S. Caltabellotta, F. Peloso e S. Petrocchi, Frassinelli 1997: Poesia come sogno, come intuito, come desiderio. Ma anche poesia come ragione, come racconto, come viaggio del nostro tempo. A partire da una ricerca che mira a illuminare l'intreccio fra le due diverse strade, nasce la presente antologia, il cui primo intento è quello di riavvicinare il lettore - ogni lettore - alla poesia. Attraverso una scelta tra i migliori testi poetici degli ultimi venticinque anni, essa da testimonianza della varietà e della fecondità delle proposte, lasciando spazio ai maestri così come ai giovani, alle figure ben conosciute come alle voci che finora pochi hanno udito ma che meritano di trovare ascolto.
Il canto strozzato. Poesia italiana del Novecento, saggi critici e antologia di testi a cura di G. Langella e E. Elli, nuova edizione aggiornata, Interlinea 1997: "Il canto strozzato" propone un bilancio critico sulla poesia del secolo appena concluso allestito rendendo complementari un'ampia serie di studi e una ricca antologia di testi, con bibliografia, di oltre 100 poeti.



10 febbraio 2011 Di Sandra Bardotti

Commenti



Non sono presenti commenti su questo documento. Vuoi essere tu il primo a scriverne uno?
Già iscritto?
Iscriviti