Ricerca avanzata

Recensioni


    • Cambiare idea di Smith Zadie


      La prima parte di questa raccolta contiene articoli che la Smith ha scritto nel corso degli anni per varie riviste, mentre la seconda riporta alcune lezioni universitarie. Insomma Un libro di “saggi occasionali”, che già sapevo non mi avrebbe coinvolto più di tanto, perché non amo particolarmente il “genere”. Ma il piacere di leggere pensieri di una mente brillante, tradotti in bella scrittura, non è mai cosa da poco. La Smith si interroga sul ruolo dello scrittore, quindi si destreggia tra rievocazioni di famose attrici quali Katharine Hepburn, Bette Davis e Anna Magnani, recensisce una serie di film (a me sconosciuti), per poi passare ad una acuta analisi di maestri della letteratura quali Kafka, Nabokov e Foster Wallace. Ritengo che questa raccolta meritevole di lettura, soprattutto per approfondire la conoscenza della Smith, autrice di gran talento che, tra altri grandi pregi, ha quello di non scrivere per “essere facetamente brillante o grottescamente oscura, ma per esprimere con la massima precisione ciò che sente e pensa.”



      Scritto da Cirodeniro, lunedì 24 ottobre 2016

        Segnala abuso
Già iscritto?
Iscriviti