Ricerca avanzata

Recensioni


    • La La verità sul caso Harry Quebert di Dicker Joël


      In verità il libro è proprio brutto. Noioso, logorroico, ridicolmente improbabile : il protagonista, privato cittadino, si mette a fare domande a destra ed a manca e la polizia gli da il suo supporto! ma dove mai può accadere una cosa del genere. I protagonisti , uno scrittore famoso amico di uno scrittore famoso, sono uno più antipatico ed irreale dell'altro. Se i casi editoriali sono questi!!!!!!!!



      Scritto da pazzoxgiallo, mercoledì 16 ottobre 2013

      Piace a 3 utenti della community

        Segnala abuso

    • La La verità sul caso Harry Quebert di Dicker Joël


      Un diario, che poi diventa giallo, che poi diventa thriller, autobiografia, romanzo, letteratura e chi più ne ha più ne metta. Un libro di successo, semplice, leggero, uno di quelli che per snobbismo spesso snobbo, perdendo il gusto della semplicità e commettendo sempre il solito, insulso, errore di sopravvalutare le mie modestissime capacità intellettuali. La trama sembra semplice: Marcus Goldman è un giovane scrittore che ha prodotto un libro di grande successo popolare. Ma entra nella crisi della pagina bianca quando deve scrivere il secondo. Ed allora, per ritrovare l’ispirazione, decide di andare a trovare il suo maestro, Harry Quebert, autore di grandissima fama che vive in un piccolo paese del New Hampshire. Ma poi arriva la notizia, viene riesumato il cadavere di un ragazzina scomparsa circa trenta anni prima, gli indizi sono tutti contro Harry che finisce in carcere. Marcus decide di indagare per conto suo per trovare le prove a discolpa dell’amico, e trova gli spunti per scrivere il secondo libro. Inizia una serie roboante di colpi di scena che portano il lettore a pensare tutto il giorno unicamente al tempo che riuscirà a dedicare il libro. Il che vale più di ogni commento. La soluzione sembra sempre vicina, ma poi, appena si materializza si allontana. Insomma un libro davvero riuscito per il genere.



      Scritto da superciuk, giovedì 24 ottobre 2013

      Piace a 4 utenti della community

        Segnala abuso

    • La La verità sul caso Harry Quebert di Dicker Joël


      io l'ho trovato davvero un bel libro: storia interessante, colpi di scena, avvincente l'idea di tutti quei salti avanti e indietro nel tempo, siparietti divertenti, momenti di tensione, momenti romantici, mi ha davvero intrappolato e ho letto le quasi 800 pagine in meno di 4 giorni. consigliatissimo. "...dopo aver finito il tuo libro, dopo averne letto l'ultima parola, il lettore deve sentirsi pervaso da un'emozione potente: per un istante deve soltanto pensare a tutte le cose che ha appena letto, riguardare la copertina e sorridere con una punta di tristezza, perchè sente che quei personaggi gli mancheranno. un bel libro Marcus, è un libro che dispiace aver finito" proprio quello che è successo a me.



      Scritto da msara, sabato 16 novembre 2013

      Piace a 1 utente della community

        Segnala abuso

    • La La verità sul caso Harry Quebert di Dicker Joël


      Questo romanzo è una ventata di aria fresca nel genere giallo.L'autore cambia tutti gli schemi noti agli appassionati di thriller.Il modo ridondante di riscrivere continuamente la storia,potrebbe sembrare un trucco per allungarne il testo.Invece,a me pare un modo insolito di insegnare al lettore esperto,che crede di aver capito già finale e colpevole che... ...spesso ciò che appare non è l'essenza delle persone o delle storie. Piacevole lettura ,consigliato.



      Scritto da manu65, lunedì 25 novembre 2013

      Piace a 3 utenti della community

        Segnala abuso

    • La La verità sul caso Harry Quebert di Dicker Joël


      Spinta dalle numerose recensioni positive che avevo letto sui giornali, quest'estate ho comprato questo libro. Risultato?una grande delusione. Ho fatto fatica perfino a finirlo ma avendolo pagato sono arrivata comunque alla fine. L'autore ha inserito troppe cose, fatti (tutti inerenti la ragazzina!) e alla fine si rimane solo delusi!



      Scritto da auroraboreale, martedì 26 novembre 2013

        Segnala abuso

    • La La verità sul caso Harry Quebert di Dicker Joël


      Joel Dicker ci presenta in testa ad ogni capitolo i suggerimenti del grande scrittore (classiche banalità da intellettuale che se la tira, tipo: "Scrivere un libro è come amare qualcuno: può diventare molto doloroso") ma è il primo a non seguirli. Le regole che segue sono sostanzialmente due: "tieni la fine lontana dall'inizio" e "fai in modo che chi legge non veda l'ora di girare pagina" e in questo è veramente molto bravo. Va detto che la scrittura non è speciale, un poco prolissa, i personaggi hanno lo spessore della carta velina e la storia d'amore tra Harry e Nola improbabile, con dialoghetti che risulterebbero ridicoli anche in una soap. Detto questo, la storia è ben congegnata, i colpi di scena sono distribuiti con abilità, la trovata del libro dentro un libro che parla di scrittori è intrigante. Non si studierà l'"Harry Quebert" nelle scuole come classico americano di inizio secolo, ma dovrebbe indurre a riflettere sul fatto che la letteratura si fonda su storie da raccontare, cui possiamo aggiungere stile, romanticismo, temi sociali e quant'altro ma senza dimenticare che il lettore deve avere delle motivazioni per girare pagina. In sintesi, un romanzo che non vincerà il Nobel, ma un ottimo lavoro nel suo genere.



      Scritto da marco63, lunedì 30 dicembre 2013

      Piace a 3 utenti della community

        Segnala abuso

    • La La verità sul caso Harry Quebert di Dicker Joël


      Niente è come sembra fino all’ultima pagina! Ben scritto, ben dosati i colpi di scena che di certo non mancano, ottima la scelta a mio avviso di raccontare le varie parti della storia visti o raccontati dai vari personaggi, ben alternati anche gli spostamenti temporali passato-presente, presente-passato. Che altro dire? Consigliatissimo.



      Scritto da Streghetta, martedì 14 gennaio 2014

        Segnala abuso
1 2 3 4 5  ... 
Già iscritto?
Iscriviti